Apus apus   Società Tedesca per la Protezione di
  Rondoni (ONLUS)
newsIl rondoneUccelli trovatelliVeterinarioClinica per i rondoniDer VereinHelfen & SpendenVerschiedenes
 deutsch english español français polski Veterinario  →  Trapianto di penne
 

Impianto di penne

L'impianto di penne - una possibilità per i danni al piumaggio.

Il concetto di "impianto di penne " proviene dal linguaggio del cacciatore e indica un metodo di impianto di penne, vecchio di secoli e cioè l'innesto di nuove penne maestre nell'uccello da falconaggio. L'impianto di penne spezzate era già praticato dai falconieri nell'antichità : si univa il calamo della parte danneggiata e quello di una simile penna illesa, che proveniva da una muta dell'uccello, usando, come collegamento, un ago spigoloso d' acciaio, l'ago per l'impianto. Inoltre si trattava l' ago con acidi (succo di limone) per ottenere una stabilità maggiore e un rinforzo e poi esso veniva applicato velocemente. Oggigiorno si usano bastoncini di fiberglass, di carbonio o i calami di altre penne come pure colle istantanee che s'induriscono subito. Questo lavoro richiede pratica e grande accuratezza, giacchè la penna rimpiazzata deve esser immessa esattamente nel punto di unione, senza incollare le penne circostanti.

Questo metodo non è stato probabilmente finora applicato ai rondoni e sicuramente non nell'uso comune. L'impianto di penne nei rondoni ha avuto inizio presso la clinica per rondoni di Francoforte, nell'anno 1977, con lo scambio di singole penne maestre. Nel frattempo, è stato possibile, in casi eccezionali, rimpiazzare l'intero piumaggio danneggiato di un rondone. Si possono rimpiazzare fino a 15 penne del metacarpo e dell' ulna per ogni singola ala, come anche un massimo di 10 penne della coda. È anche possibile e necessario impiantare le penne di copertura delle primarie (Tectrices), se sono piegate o rotte, giacchè sono di significativa importanza per la compattezza e stabilità dell'ala.

 

Giovane rondone leucistico con danni al piumaggio, impiantato con le penne di un compagno dai colori normali, e pronto di nuovo al volo© C. Haupt

Arnesi necessari all'impianto:
Per l'impianto delle penne remiganti e della timoniere si useranno, come asticelle, i soliti bastoncini di carbonio in commercio (di diametro 0,5 -1,8mm) come pure delle punte di fiberglass (diametro 15/5-35/5), un tronchetto per artigli o delle forbicine anatomiche per sistemare le penne, colla cianacrilato (colla istantanea in gel della ditta UHU) per poter incollare permanentemente il calamo all'asticina per l'impianto. La solita carta smeriglio in commercio (abrasività 180, 240) sarà utile per affilare in modo appropriato gli aghi d'impianto.

Arnesi necessari all'impianto © C. Haupt

Le penne usate nell'impianto derivano da rondoni adulti o giovani, non in condizioni di volare, con il piumaggio intatto e in piena forma, che siano stati consegnati già morti o che siano morti in clinica, oppure che debbano esser stati soppressi con l' eutanasia. Se possibile si dovrebbe impiantare un rondone solo con penne di un uccello della stessa età, adulto o giovane, poiche' ci possono essere differenze nel diametro e nella lunghezza del piumaggio. Se si impianta un giovane volatile con le penne remiganti di un uccello adulto, si riscontrano nel piumaggio delle remiganti primarie, differenze in lunghezza dai 10 ai 12 mm e nelle remiganti secondarie, differenze in larghezza dai 1 ai 2 mm e cosi le proporzioni delle ali cambiano. Le penne remiganti sono 6-8 mm più lunghe di quelle dei volatili più giovani. Non è dimostrabile quale influsso ciò abbia sul modo e la capacità di volare. Perciò, ci appare consigliabile mantenersi il più vicini possibile alle leggi della natura.

 

La sistemazione delle penne di impianto:

Le penne del "donatore d'organi" vengono sistemate accuratamente, secondo un certo ordine. Si consiglia di numerare le penne da impiantare per non scambiarle erroneamente più tardi, e soprattutto marcare anche la lunghezza della penna del paziente dal punto d'innesto, in modo che essa coincida, in centimetri, con la lunghezza della penna del donatore, che verra' tagliata, riportando le stesse misure sull'uccello vivo, perche' più tardi la nuova ala "funzioni".

 

Preparazione di penne e paziente:

Prima di tutto si preparerà uno schema delle penne con un apposito lavoro minuzioso. Inoltre piccoli pezzi di fibre di carbonio o fiberglass verranno smerigliati appositamente ed immessi nei calami delle penne da impiantare. Solo quando tutte le penne necessarie saranno pronte, il rondone in questione potrà esser anestetizzato. Senza anestesia generale, per la maggior parte delle volte, l'innesto nel rondone non può essere eseguito, giacchè questo uccello è estremamente sensibile a qualsiasi manipolazione delle ali e reagisce con molta resistenza. Nell' impianto di nuove penne deve giacere in assoluta tranquillità, altrimenti un'esatta ricostruzione dell'ala non è possibile. In casi eccezionali (uccello tranquillo, solo da 1 a 3 penne remiganti superiori o alcune timoniere da innestare) l'operazione riesce anche senza narcosi, purchè il veterinario/falconiere che opera, abbia esperienza e conosca i metodi.

 

 

Federsatz für einen Mauersegler © C. Haupt

Impianto:

Le penne danneggiate del rondone che debbano essere impiantate, verranno tagliate con gran cura con una forbice affilatissima, una dopo l'altra e dovranno essere esattamente della stessa lunghezza di quelle del "donatore" morto ed in questo caso bisogna stare molto attenti che le penne tettrici che stanno sopra le remiganti, non vengano danneggiate. L'adattamento ed incollaggio delle "nuove" penne già preparate, che avviene successivamente, è un delicato lavoro, molto difficile, che necessita grande manualità ed esperienza. L'impianto dovrebbe esser eseguito solamente da un falconiere o da un veterinario che abbia già imparato questo metodo e lo abbia praticato. Nei rondoni il livello di tolleranza ad errori nell'impianto è molto basso. Già errori di poco conto in alcuni punti oppure imprecisioni possono portare a capacità di volo limitate e la capacità di volare in natura non sussisterebbe più, giacchè per il rondone è indispensabile un'abilità di volo perfetta per poter sopravvivere liberamente.

Immissione delle nuove penne © C. Haupt

Vantaggi dell'impianto:

Il vantaggio piu grande dell'impianto è che il rondone in questione già dopo pochi giorni dall'intervento, eseguito in anestesia generale, attraverso il quale sono state rimpiazzate con l' impianto le penne danneggiate, possa di nuovo esser rilasciato in libertà. Specialmente nei volatili maturi che covano o cibano i piccoli, ciò puo' giocare un ruolo importante per la sopravvivenza della nidiata. La rimozione delle penne danneggiate, praticata in passato, al contrario, puo' celare un grande pericolo di ferite, ed anche se nuove penne maestre dovrebbero riformarsi senza complicazioni, trascorreranno almeno 8-10 settimane fino a completare la crescita. Queste operazioni si devono considerare come un'eccezione ed in nessun caso un rimedio generale ad evitabili danni alle penne. La prevenzione dei difetti legati alla nutrizione e al loro stato, devono esser sempre ed assolutamente messe in primo piano. Il rinnovo delle penne attraverso l 'impianto, comunque, rimane nei rondoni "l'ultimo rimedio".

 

Il rinnovo delle penne rimane un momento molto complesso : la preparazione di un nuovo set di penne da impiantare dura circa 6 ore, l'impianto stesso, a seconda del numero di penne da impiantare, dura da 1 a 3 ore. Ma è sicuramente un momento meraviglioso quando un rondone "completamente rinnovato", che fosse già stato dato per morto senza la possibilita' di impianto, voli alto nel cielo ed un ultimo pensiero di riconoscenza va a quelli che hanno avuto meno fortuna e che hanno fatto si che con le loro penne intatte gli abbiano dato la vita in libertà.

Sopra: Giovani volatili con gravi danni al piumaggio, causati da collocamento in gabbia: finora una condanna a morte. Sotto:Lo stesso volatile salvato dall'impianto : con le sue 24 nuove penne è volato con successo verso la libertà. © C. Haupt

Buchenstraße 9
D-65933 Frankfurt

Tel.:+49(69)35 35 15 04
Accettiamo solo rondoni!
 
inizio  ·  Impressum  ·  Come raggiungerci  ·  indice ·  deutsch english español français polski