Apus apus   Società Tedesca per la Protezione di
  Rondoni (ONLUS)
newsIl rondoneUccelli trovatelliVeterinarioClinica per i rondoniDer VereinHelfen & SpendenVerschiedenes
 deutsch english español français polski Uccelli trovatelli  →  Alimentazione  →  Errori nell'alimentazione
 

Errori nell'alimentazione

L'esperienza fatta con i rondoni negli ultimi anni ha portato a nuove conoscenze, soprattutto nel campo dell'alimentazione e delle conseguenze fatali che gli errori hanno.

Mentre gli uccelli canterini (per es. rondini, codirossi, pettirossi, ecc.) muoiono subito se ingeriscono del cibo sbagliato, i rondoni patiscono molti giorni e se guariscono riportano conseguenze molto gravi: patologie epatiche e danni al piumaggio che significano morte sicura per un uccello che passa la vita volando. Bastano pochi giorni di alimentazione sbagliata che i giovani rondoni cominciano a perdere le penne remiganti e subiscono danni ai calami e al vessillo. Inoltre si verificano molto spesso diarree, disturbi alla defecazione e deformazioni scheletriche.

 

 

 

Due giovani rondoni che hanno perso quasi tutte le penne remiganti dopo essere stati alimentati con carne. © C. Haupt

Fatalmente ci sono anche altri tipi di cibo che hanno effetti dannosi, come dimostrano molti studi condotti su decenni di osservazione sui giovani esemplari, e pur tuttavia ci sono ancora degli specialisti che li consigliano. Questo è ancora più grave perché le persone che trovano un uccellino si rivolgono a queste sedicenti "competenti" per avere dei consigli. È auspicabile che presto questi "errori per tradizione" vengano sostituiti dalle vere conoscenze scientifiche basate sull'osservazione della natura. Solo così potremo davvero soddisfare il bisogno di alimentazione dei poveri trovatelli, per i quali non esiste una "ricetta universale".


Quali sono i cibi che assolutamente non dobbiamo dare, e quali effetti dannosi producono?

Gravi danni al piumaggio dopo aver alimentato per 14 giorni un rondone con carne macinata e mangimi per animali. © C. Haupt

Carne cruda / carne macinata

La più radicata idea sbagliata per quanto riguarda l'alimentazione dei rondoni la carne macinata. Chiunque abbia potuto osservare i rondoni in natura, capisce che i fondamenti di questa credenza sono simili a quelli che dicono che i bambini vengono portati dalle cicogne. E leggendo un qualsiasi libro sulla loro vita e abitudini alimentari, si capisce che non si è mai visto un rondone precipitarsi al volo per andare a "rosicchiare" carne di maiale o di vitello.

 

Altrettanto per quanto riguarda i mangimi per animali che già  tante vite sono costate! L'organismo di un rondone non í¨ adatto a digerire nessun tipo di carne, tanto meno condita. Non si capisca perché questo semplice concetto sia di così difficile comprensione. Forse perché è molto più facile per colui che trova l'uccellino dargli quello che capita. Un'altra ragione potrebbe essere che si imputano le cause della morte dei rondoni sempre al ritardo delle cure. La perdita delle penne remiganti comincia sempre una decina di giorni dopo che l'animale ha cominciato a sostituire la sua dieta a base di insetti con la carne.

Molti trovatelli sono ancora dei giovani esemplari che non hanno ancora raggiunto le condizioni ottimali per volare e l'alimentazione con carne ritarda ulteriormente il loro sviluppo perché non dí  il giusto apporto di calcio e quindi favorisce le malformazioni scheletriche e le deformazioni ossee, le patologie intestinali, le diarree, l'ingrossamento del fegato e la malnutrizione. I difetti al piumaggio possono andare dalla perdita di alcune piume fino ai difetti multipli di tutti i tipi di penne e piume del corpo che può arrivare anche alla perdita completa delle grosse penne remiganti e della coda in quanto subiscono danni strutturali.

 

Vermi della farina © I. Polaschek

I vermi della farina

Molto spesso viene consigliato come cibo adatto i vermi della farina, erroneamente chiamati larve della farina (tenebrio molitor) che si possono trovare in qualsiasi negozio per animali. Deve essere fortamente consiglato non dare grandi quantití  di vermi perché si possono dare da mangiare al massimo per 2-3 giorni e solo in piccole quantità. Infatti nella loro struttura esterna (corazza) ci sono delle sostanze che, a lungo andare, possono intossicare il fegato ed i reni.

Inoltre se diamo da mangiare solo i vermi della farina, avremo presto delle carenze di principi nutritivi che danneggiano lo scheletro. Soprattutto compariranno molto presto tutti i sintomi da carenza di vitamina B, ovvero danni al sistema nervoso centrale: rifiuto ad alimentarsi, problemi di movimento, crampi e contratture (salti, movimenti della testa, movimenti rotatori). Questi sintomi, associati alla perdita del piumaggio e a danni epatici, aumentano nel tempo fino a diventare irreversibili e portano a morte. Per lo più le penne rimangono attaccate al calamo ma quando le si toglie, si vede che sotto la penna nuova non si è sviluppata correttamente.

Negli uccelli canterini, se l'alimentazione con vermi della farina viene prolungata nel tempo, si osservano infiammazioni agli occhi fino alla cecità , così come ulcere a livello del capo, gonfiore delle zampe e delle articolazioni, nonché ascessi.

 

I vermi della farina, ma solo quelli teneri e bianchi, che sono stati appena scuoiati, devono essere utilizzati come alimento di supporto in piccole quantití  (ovvero non più di 4-5 pezzi al giorno) o, nei casi urgenti, come unico alimento per al massimo due o tre giorni ne caso in cui non si riuscisse a trovare i grilli. Bisogna fare attenzione che i vermi della farina siano freschi e non conservarli vicino ad altri cibi che potrebbero alterarsi (per es. fiocchi d'avena, mele, denti di leone ecc.). I vermi che giacciono nei loro stessi escrementi, come si vede spesso nei negozi di animali, non sono sicuramente un buon alimento.

Piume spezzate dopo due settimane di alimentazione con larve. © C. Haupt

Larve

Le larve di mosca nei negozi di pesca sotto il nome di "Pinkies", sono assolutamente inappropriati per gli insettivori. Hanno una guaina gommosa che lo stomaco dell'uccello non riesce a digerire e così li espellono senza averli digeriti. Anche quando si fora l'involucro delle larve (cosa non semplice) non si devono usare come cibo in quanto contengono molta massa grassa e pochissimo degli altri principi nutritivi.

I rondoni che vengono alimentati con le larve di mosca, sono di solito molto denutriti e sviluppano malattie da malassorbimento come per es. difetti nella crescita delle piume. Si formano delle piccole piegature del calamo che molte volte sono anche difficili da vedere, che indeboliscono la penna e che con il tempo ne provocano la rottura.

 

 

Risultato di un'alimentazione con “cibo grasso". © C. Haupt

“Cibo di insetti", “Cibo grasso" e “con miele"

Per un profano che va in un negozio di animali e vede tutto l'assortimento di cibo già pronto per uccellini, è quasi impossibile riuscire a scegliere quello giusto per un uccellino affamato. Lo stesso proprietario del negozio tante volte non sa dare il consiglio giusto in quanto si devono valutare il tipo di uccello e la sua età  prima di poter scegliere. E spesso il cibo giusto non è a stoccaggio. Inoltre molti di questi cibi traggono in inganno perchè hanno sulle confezioni le figure dei rondoni e delicati uccelli canterini. Ma leggendo bene gli ingredienti di queste miscele di cibo, si trovano prodotti da forno come uova e wafer, che sono assolutamente inadatti allo stomaco dei nostri uccellini. Inoltre il fatto di mescolare questo cibo secco con l'acqua ci riporta al problema del danneggiamento delle penne e soprattutto di quelle della coda con conseguente impossibilità di volare.

Se si decide di alimentare questi uccellini con del cibo secco, allora si deve scegliere quello della ditta “Aleckwa".

 

Lombrichi

Spesso i rondoni vengono alimentati con i lombrichi. Ricordatevi che i lombrichi NON sono insetti e provocano dei blocchi intestinali. Ancora peggio è il fatto che portano dei parassiti. Basta anche un solo lombrico per far ammalare il rondone di malattie respiratorie provocate dai parassiti. Lasciamo quindi i lombrichi per gli stornelli, che li mangiano volentieri e per i quali sono adatti!

 

Mangimi per cani e gatti

I rondoni alimentati con il cibo per cani e gatti sono, prima di tutto, impiastricciati dalla testa ai piedi, puzzano come non mai, hanno grossi problemi di digestione e sono denutriti. Anche con il passare del tempo il piumaggio rimane sporco, opaco e perde la sua capacità  di isolamento senza la quale, a più di 1000 metri d'altezza, il rondone rischia l'assideramento. Inoltre tutti gli elementi infausti che compongono i cibi per cani e gatti, sono per il rondone particolarmente dannosi per il loro sistema digestivo tanto da portare a morte o da dover farlo sopprimere. Quindi anche questo tipo di alimentazione va accuratamente evitato!

Un giovane rondone, morto dopo 5 settimane di alimentazione con cibo per canarini. ©. Haupt

Altri tipi di mangimi

Niente di quello che è stato detto finora è difficile da capire. Tutto quello che facciamo ha delle conseguenze sulla salute dell'uccellino: che sia pane, spaghetti, carne salame, cibo per cani o gatti, insomma tutto quello che non è specifico per i rondoni è dannoso, soprattutto considerando il fatto che se sono in mani nostre sono già animali in qualche modo debilitati. Possiamo riassumere in una frase sola: nel becco di un rondone devono entrare solo insetti!

 

 

Sn: Rondone con gravi danni al piumaggio da imbrattamento (feci o cibo)

Buchenstraße 9
D-65933 Frankfurt

Tel.:+49(69)35 35 15 04
Accettiamo solo rondoni!
 
inizio  ·  Impressum  ·  Come raggiungerci  ·  indice ·  deutsch english español français polski